Home » Chi Siamo » La Storia

La Storia

La Storia - S.G.V. UMBERTO I° dal 1875

La grande avventura dell’Umberto I° inizia nel 1875, lo stesso anno in cui da Vicenza e provincia partirono i primi emigranti per il Rio Grande do Sul, lontana e sterminata regione del Brasile.

La grande avventura dell’Umberto I° inizia nel 1875, lo stesso anno in cui da Vicenza e provincia partirono i primi emigranti per il Rio Grande do Sul, lontana e sterminata regione del Brasile.

Era il 23 marzo, un martedì, e un signore che si chiamava Luigi di Giacomo, direttore della palestra di scherma e ginnastica, si poneva alla testa di una sessantiva di allievi per una “passeggiata” che durò fino a sera da Debba a Longare e Costozza. Fu questo il primo atto di una lunghissima, gloriosa vicenda che tuttora prosegue. L’Umberto I° cominciava in questo modo a diventare una vera e propria bandiera fata di colori e di autentico sport, di straordinario impegno, di incontaminata passione e di grande civiltà.

La “passeggiata” voluta da di Giacomo precedeva di una settimana esatta quella che sarebbe stata la prima vera data di fondazione della Società Ginnastica Vicentina nel vivo di un periodo molto fecondo che vide la nascita della Fortitudo di Schio e di altri gruppi comunali in tutto il vicentino.

Dal conte Aucardo Gualdo, che firmò il primo documento della neonata società, a Pepe che guida attualmente la polisportiva, molta acqua è passata sotto i ponti; il mondo ha conosciuto guerre e rivoluzioni, il tempo ha bruciato in una folle corsa i destini degli uomini, fra fortune e miserie, fra albeggianti chimere e ineluttabili, fatali tramonti, ma l’Umberto I° continua miracolosamente a conservare l’indomito, fiero e coerente spirito dell’origine.

Resta intatta l’adesione ai valori sportivi, resta uguale l’anima più profonda di una società che continua a non chiedere nulla e a dare molto allo sport, alla città, alla provincia di Vicenza e a tutto il nostro Paese. Ne sono fulgida testimonianza i tanti riconoscimenti che ne arricchiscono il vessillo e fra i quali brillano la stella d’oro e la stella d’argento del CONI e la medaglia d’onore della Filpjk.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni